Trattamenti CIG e Mobilità in deroga in MOLISE

Voto
0.0/5 rating (0 votes)
  • Modificato il: Lunedi, 09 Gennaio 2017
  • 1.96 MB
  • Scaricato: 1494

Istruzioni

Nella Commissione Regionale Tripartita tenuta in data 20 dicembre 2016, si è stabilito di procedere all’erogazione di trattamento di Cassa Integrazione e Mobilità in Deroga, con modalità di seguito riportate che fanno parte delle istruzioni operative pubblicate nel BURM.
La CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI IN DEROGA, sarà accordata in favore dei lavoratori delle imprese di cui agli articoli 2082 e 2083 del codice civile con unità produttive ubicate nella Regione Molise:

 per un periodo massimo di 3 MESI nel caso abbiano già beneficiato del trattamento di CIG in deroga nel corso del 2016;
 per un periodo massimo di 6 MESI nel caso di richiesta di prima concessione del trattamento.

Il trattamento di integrazione salariale in deroga alla normativa vigente può essere concesso ai lavoratori subordinati, con qualifica di operai, impiegati e quadri, ivi compresi gli apprendisti e i lavoratori somministrati, subordinatamente al possesso di una anzianità lavorativa presso l'impresa di almeno dodici mesi alla data di inizio del periodo di intervento di cassa integrazione guadagni in deroga, che sono sospesi dal lavoro o effettuano prestazioni di lavoro a orario ridotto per contrazione o sospensione dell'attività produttiva per le seguenti causali:

 situazioni aziendali dovute ad eventi transitori e non imputabili all'imprenditore o ai lavoratori;
 situazioni aziendali determinate da situazioni temporanee di mercato;
 crisi aziendali;
 ristrutturazione o riorganizzazione.

In nessun caso il trattamento di cui alla lettera A può essere concesso in caso di cessazione, in tutto od in parte, dell'attività di impresa.

La Regione Molise effettuerà la verifica dell’effettivo utilizzo degli strumenti previsti dalla legislazione
ordinaria per le sospensioni (CIGO e CIGS) mediante specifica richiesta telematica ai competenti uffici dell’INPS.

LA MOBILITÀ IN DEROGA prevede la durata di 5 mesi, con un periodo di ulteriore 2 mesi per la zona riconosciuta per l’area di crisi complessa.


La Mobilità in deroga può essere richiesta dai soggetti in possesso dei seguenti requisiti:

 Essere disoccupati ai sensi del D.lgs.150/2015;
 Essere in possesso dei requisiti di anzianità aziendale e lavorativa di cui all'art. 16, com. 1 della L. 223/91;
 Essere privi di altra prestazione legata alla cessazione del rapporto di lavoro;
 Con prestazione di Mobilità ex legge 223/91, scaduta o in scadenza nel periodo tra il 1 gennaio 2016 e il 31 dicembre 2017.


Fermi questi requisiti vi sono le 2 opzioni per la durata:

a) Essere stati licenziati da un’unità produttiva ubicata in un Comune della Regione Molise, prevede il trattamento di Mobilità in deroga concesso per un periodo massimo di 5 MESI.

b) Essere stati licenziati da un’unità produttiva ubicata in un Comune compreso nell’Area di crisi industriale complessa come da DGR. N. 125 del 23 marzo 2016 e s.m.i.; prevede il trattamento di Mobilità in deroga concesso per un periodo massimo di 7 MESI.


Le procedure di attivazione per la concessione della Mobilità in deroga, prevedono che i lavoratori
di cui alle lettere B) possono presentare domanda di concessione del trattamento in deroga attraverso procedura on-line (sul Portale www.inps.it con l’utilizzo del PIN dispositivo), per il tramite del patronato INAS CISL:
 Entro il 31 dicembre 2016, nel caso di prestazione di Mobilità ex legge 223/91, scaduto o in scadenza nel periodo tra il 1 gennaio 2016 e il 31 dicembre 2016;
 Il giorno successivo alla scadenza della prestazione di Mobilità ex legge 223/91, nel caso di interventi che hanno inizio e termine nel 2017.

Vi riportiamo la modulistica

La CISL AbruzzoMolise si sta adeguando al Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto