Sabato 25 novembre la CISL AbruzzoMolise a Roma per partecipare alla Manifestazione Nazionale CISL “Partecipare per crescere: migliorare la Manovra, costruire un nuovo Patto sociale”

Sabato 25 novembre la CISL AbruzzoMolise a Roma per partecipare alla Manifestazione Nazionale CISL  “Partecipare per crescere: migliorare la Manovra, costruire un nuovo Patto sociale”

Una delegazione della CISL AbruzzoMolise, guidata dal Segretario generale, Giovanni Notaro, sabato 25 novembre sarà a Roma in piazza Santi Apostoli, a Roma, alla manifestazione nazionale della CISL dal titolo “Partecipare per crescere: migliorare la Manovra, costruire un nuovo Patto sociale”.

            “Una giornata di mobilitazione di un sindacato responsabile, autonomo, pragmatico, intransigente, in cui chiediamo al Governo e Parlamento dei miglioramenti da apportare alla Legge di Bilancio, -sottolinea il Segretario Generale Cisl AbruzzoMolise, Giovanni Notaro – vogliamo delle risposte concrete a cominciare dalle pensioni, sulla flessibilità e su aliquote e rendimenti dei trattamenti pensionistici di alcune categorie. Il Paese, l’Abruzzo e il Molise hanno bisogno di un nuovo Patto Sociale che passa dalla difesa e il riscatto del potere d’acquisto di lavoratori e pensionati, ad una nuova politica dei redditi; dal rilancio degli investimenti pubblici e privati al recupero di produttività, ad una riforma fiscale autenticamente redistributiva; ed al cambiamento delle Legge Fornero, al rilancio delle politiche attive, della formazione e delle competenze, all’azzeramento dei morti sul lavoro; ad una nuova visione di politica industriale ed energetica , allo sblocco delle infrastrutture, alla ripartenza del Sud; alla valorizzazione della contrattazione a una più forte partecipazione dei lavoratori alle scelte e ai profitti delle imprese”.

            “Saremo in piazza a Roma per incalzare tutti su un’Agenda Sociale che punti al lavoro e individua le politiche di crescita e di coesione e per chiedere più risorse sulla sanità, sull’istruzione, sugli enti locali, con lo sblocco delle assunzioni e le stabilizzazioni del precariato, più forti strumenti contro la povertà, sostegno della disabilità e della non autosufficienza”.

             “Ci attende un percorso complesso per il rilancio quantitativo e qualitativo. Vogliamo affrontare responsabilmente per le persone da noi rappresentate che in questo periodo hanno bisogno di rassicurazioni e soprattutto per consegnare ai nostri figli e alle nuove generazioni un nuovo modello di sviluppo per il Paese, l’Abruzzo e per il Molise capace di coniugare solidarietà, crescita, coesione e corresponsabilità sociale”, - ha concluso il segretario Generale Giovanni Notaro

 

 

 

 

Condividi su...

La CISL AbruzzoMolise si sta adeguando al Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto